Login

VYGON banner home 04c

Home Care - Accessi Vascolari

 

L'approccio vascolare in ambito non specialistico non ha visto particolari innovazioni negli ultimi anni.

 

Recentemente due fattori hanno invece contribuito al progressivo interesse del personale sanitario sul territorio a cercare soluzioni che superassero in efficacia ed efficienza quelle offerte dall'ago cannula. Da una parte sono stati resi disponibili sul mercato prodotti impiantabili e gestibili anche da non specialisti. Dall'altra i reparti ospedalieri ad alta intensità hanno ridotto i tempi di permanenza affidando alla gestione territoriale e ai reparti non intensivi pazienti con necessità sanitarie sempre più elevate. 

 

In questo contesto Vygon si pone quindi come partner per la diffusione di un approccio vascolare innovativo, completo e più adatto alle necessità quotidiane, sia dei pazienti che del personale sanitario. 

 

Di seguito approfondiamo i criteri di scelta più indicati per l'impianto e la gestione in ambito domiciliare degli accessi vascolari.

 

 

Dispositivi più indicati in base alla durata della terapia


Device Rapidità per l'infermiere Economicità per la struttura Comfort per il paziente
Ago cannula
Mini Midline
Midline
PICC

Device Rapidità per l'infermiere Economicità per la struttura Comfort per il paziente
Ago cannula
Mini Midline
Midline
PICC

Device Rapidità per l'infermiere Economicità per la struttura Comfort per il paziente
Ago cannula
Mini Midline
Midline
PICC

Device Rapidità per l'infermiere Economicità per la struttura Comfort per il paziente
Ago cannula
Mini Midline
Midline
PICC

Device Rapidità per l'infermiere Economicità per la struttura Comfort per il paziente
Ago cannula
Mini Midline
Midline
PICC





La tabella è solo a titolo esemplificativo, la scelta del catetere deve essere eseguita da personale debitamente formato.

Utilizzare le massime barriere

L’adozione di un ampio campo sterile è una delle strategie da attuare per ridurre al minimo il rischio della contaminazione accidentale del catetere. Un pack come il Set per posizionamento PICC includendo un ampio telo paziente riduce i tempi di impianto e ottimizza i costi, in conformità alle linee guida CDC e SHEA/IDSA.

Vantaggi di un telo Full Body

  • Massima barriera per ridurre il rischio di infezioni da catetere
  • Mantenimento della sterilità della guida e del catetere
  • Strato impermeabile sul lato paziente
  • In TNT: offre una grande capacità assorbente
  • Peso ridotto per facilitare le manovre

Altri componenti inclusi nel Set Vygon

  • Tamponi per la preparazione della cute
  • Coprisonda con gel
  • 2 siringhe preriempite con soluzione salina
  • 3 aghi ipodermici
  • Sistema di protezione per gli aghi
  • Camice
  • Laccio emostatico
  • Vassoio
  • Siringa 5ml Luer slip
  • Garze 10x10
  • 2 teli 75x90cm

Lavaggio delle mani, tecnica asettica e massime protezioni di barriera

Il lavaggio adeguato delle mani prima della manovra è una delle strategie più efficaci nel ridurre
il rischio infettivo, così come l’adozione di massime protezioni di barriera (monouso di protezione
nonchè ampio campo sterile in grado di coprire tutto il paziente). Quest’ultimo è par ticolarmente
importante nell’ambito dei PICC & Midline. La preparazione della cute va attuata utilizzando come antisettico la clorexidina al 2% in soluzione alcolica

 

 

Scelta della vena ed inserimento catetere

  • Esplorazione ecografica vene braccia e collo
    È opportuno esaminare con l’ecografo le vene profonde del braccio (basilica, brachiali) e del collo (ascellare, succlavia, giugulare interna, anonima) così da escludere eventuali anomalie anatomiche e poter scegliere la vena con più alta probabilità di successo.
     
  • Scelta vena di calibro adeguato al catetere
    La vena dovrà essere incannulata ad appropriata distanza sia dal gomito che dall’ascella. Il diametro del catetere in french deve essere pari o inferiore al diametro della vena in millimetri (es. diametro vena 3 mm -> diametro catetere max 3 Fr/1mm)
     
  • Identificare le strutture nobili del braccio
    Con l’aiuto dell’ecografo identificare il plesso brachiale e le arterie del braccio.
     
  • Venipuntura ecoguidata
    Avvalendosi di un ecografo è possibile eseguire la venipuntura ecoguidata di una vena profonda del braccio. La venipuntura ecoguidata attualmente rappresenta la tecnica standard per l’incannulazione venosa per il posizionamento di un PICC o di un Midline.
     
  • Controllo ecografico della vena giugulare
    Solo per i cateteri PICC è bene visualizzare ecograficamente la vena giugulare e comprimerla con la sonda ecografica, così da facilitare il passaggio del catetere dalla vena succlavia alla vena anonima. Dopo la manovra, si raccomanda di verificare con la sonda ecografica l’assenza del catetere da entrambe le vene giugulari.

ECG intracavitario portatile: certezza assoluta nel posizionamento dei cateteri PICC

Il metodo dell’ECG intracavitario è un sistema economico, efficace, semplice e sicuro, per verificare la posizione centrale della punta del PICC durante la procedura.

Nautilus è un sistema completo per la rilevazione del corretto posizionamento di cateteri venosi centrali mediante la visualizzazione e la stampa dell’ECG intracavitario.

  • Nautilus acquisisce contemporaneamente il segnale intracavitario (derivazione DII) e l’ECG di superficie (derivazione DIII) visualizzandoli a sinistra.
  • In modo semplice è possibile “congelare” in ogni istante l’immagine.
  • Mostra il segnale di navigazione per seguire il percorso del catetere dal punto di accesso fino alla giunzione cavo-atriale.

 

Utilizzare il metodo ECG intracavitario per verificare la posizione della punta

Un posizionamento corretto della punta (in prossimità della giunzione cavo-atriale) riduce significativamente il rischio di aritmie, di malfunzione del catetere, di formazione della guaina fibrosa percatetere (“fibrin sleeve”) e di trombosi venosa centrale PICC-correlata. La verifica durante la manovra (piuttosto che dopo la manovra, come tradizionalmente si fa mediante radiografia del torace) evita i costi e i rischi associati alla necessità di riposizionare PICC la cui punta non è stata posizionata in sede corretta.

Fissaggio

Ogni qualvolta sia possibile, è bene fissare il PICC alla cute del paziente non con un punto di sutura, bensì
mediante un apposito 'sutureless device'. L'utilizzo di tali dispositivi si è dimostrato efficace nel ridurre il
rischio di infezioni, di dislocazioni, e di trombosi locali. Idealmente, il 'sutureless device' dovrebbe essere
utilizzato insieme ad una medicazione trasparente semipermeabile 

Sistema di fissaggio senza punti di sutura Grip-Lok
Grip-lok garantisce un fissaggio sicuro e previene fenomeni di migrazione e dislocazione. Non richiede punti di sutura diminuendo i rischi di infezione ed eliminando rischi di puntura accidentale. Il confezionamento sterile consente il posizionamento di Grip-lok in prossimità del punto di inserzione preservando la sterilità dell’operazione.

  • Assenza di parti rigide: Applicazione semplice e immediata anche con i guanti
  • Comfort per il paziente: Morbido, ipoallergenico e latex free
  • Design: Per ridurre le trazioni verticali e orizzontali

Medicazione trasparente Dermafilm
È un film di poliuretano traspirante per la protezione dei siti di introduzione dei cateteri. Il sistema di applicazione a bordi strappabili permette una semplice applicazione anche con i guanti preservando la sterilità.

  • Autoadesiva
  • Impermeabile
  • Sterile

Sistemi di fissaggio sutureless

Per ridurre il rischio di punture accidentali per gli operatori è stata studiata questa gamma di dispositivi di fissaggio senza suture, applicabili come un comune cerotto in modo pratico, confortevole e stabile. Essi consentono di eliminare l’impiego di aghi da sutura per la stabilizzazione degli accessi vascolari.


Valvole autosigillanti

Bionector, per una infusione rapida e sicura

Bionector è un dispositivo needleless autosigillante a spazio mor to ridotto e reflusso nullo. La connessione o deconnessione di tali dispositivi non determina alcun dislocamento di fluidi, riducendo il rischio di occlusioni del catetere. Bionector elimina l’impiego di aghi, azzerando il rischio di punture accidentali.

  • Autosigillante: Chiusura ermetica per ridurre perdite ematiche e il rischio di embolia gassosa
  • Compatibilità nei materiali: Non interagisce con le sostanze infuse
  • Flusso lineare: Lavaggio efficace

Connettori needleless

È consigliabile utilizzare sull’hub del catetere un connettore “needlefree”. Si tratta di una valvola autosigillante per mantenere sigillato l’accesso al catetere quando non c’è una infusione in atto. Il luer della siringa o del deflussore si aggangia direttamente al connettore needlefree senza l’uso di aghi. Questo rende la procedura più rapida e sicura e riduce al minimo il rischio di infezioni.

Lavaggio e lock

Siringhe pre-riempite di soluzione salina per il lavaggio

Praxiject é una siringa sterile preriempita di soluzione salina, priva di ago. Escludendo l’utilizzo di aghi si evitano i rischi di punture accidentali e, grazie alla soluzione salina già all’interno, si previene l’utilizzo di flaconi condivisi. Il minimo reflusso la rende adatta per il lavaggio dei cateteri vascolari


Siringhe pre-riempite di sodio citrato per il lock

CitraFlow agisce come soluzione di lock anticoagulante indiretto per i dispositivi di accesso vascolare. La presenza del citrato al 4% determina un’azione chelante per gli ioni calcio presenti nel sangue e nei tessuti rendendoli quindi non più disponibili per la cascata coagulativa. CitraFlow elimina i rischi di una anticoagulazione sistemica associata all’uso di eparina come soluzione di lock e garantisce completa sicurezza e praticità


Medicazione periodica senza sprechi


L’utilizzo di un kit di medicazione ha due vantaggi principali: da una parte rende più semplice la preparazione del carrello visite o della borsa dell’infermiere che va a domicilio, dall’altra aiuta l’operatore a non dimenticare nessun passaggio della procedura di medicazione dato che tutti i pezzi contenuti nel kit devono essere utilizzati

Nel set sono compresi

  • Cuffia bianca
  • Maschere ad elevata filtrazione
  • Salvietta assorbente
  • Guanti in nitrile
  • Telo di chiususa 75x50
  • Siringa da 10ml
  • Siringa preriempita con NaCl 0,9%
  • Medicazione trasparente Dermafilm
  • Valvola needleless Bionector
  • Garze 7,5x7,5 cm
  • Fissaggio sutureless GripLok

 

Bibliografia

 

 

 

 

Selezione di dispositivi indicati per l'impianto e la gestione degli accessi vascolari in ambito domiciliare